Tampone antigenico di 3ª generazione

Presso il Centro Diagnostico Del Gaizo è disponibile il test antigenico rapido di terza generazione a immunofluorescenza per la diagnosi dell’infezione da Coronavirus SARS-CoV-2 (Covid-19).

Il tampone di terza generazione rappresenta un’evoluzione rispetto ai tamponi antigenici delle precedenti generazioni, da cui si differenzia principalmente per la metodica analitica (immunofluorescenza a secco). Il test è caratterizzato da sensibilità e specificità elevate e restituisce risultati quasi sovrapponibili a quelli ottenuti con i tamponi molecolari RT-PCR

fonte:

La raccolta del campione consiste nel prelievo di secrezioni delle cavità nasali mediante un tampone sottile (bastoncino cotonato), inserito e ruotato ripetutamente. Questa modalità rende l’esame tollerabile anche dai bambini, dagli anziani, e dalle persone con disabilità e in soggetti con deviazioni del setto e/o patologie nasali. Il prelievo è rapido e poco invasivo, al massimo potrebbe generare qualche fastidio nel momento del contatto tra il tampone e la mucosa nasale.

Il campione viene analizzato tramite apposito strumento di laboratorio che ricerca la presenza di una proteina virale (antigene N) con metodo FIA (immunofluorescenza a secco) caratterizzato da elevate sensibilità e specificità. I risultati sembrano paragonabili a quelli ottenuti con i tamponi molecolari RT-PCR, con il vantaggio di un costo inferiore e di una refertazione in tempi minori.

Il tampone antigenico rapido di terza generazione abbina i vantaggi del tampone antigenico (rapidità del risultato e costo contenuto) a quelli del tampone molecolare (elevata sensibilità e specificità).

Il referto è disponibile anche in lingua inglese.